Online la valutazione ex post dei programmi ENPI CBC 2007-2013. Il report, pubblicato dalla Commissione Europea, è stato redatto con il fine di valutare le prestazioni della prima generazione dei programmi di cooperazione transfrontaliera (CBC) finanziati nell'ambito dello strumento europeo di vicinato e partenariato (ENPI - European Neighbourhood and Partnership Instrument) 2007-2013, al fine di trarre insegnamenti per la nuova generazione di programmi di cooperazione transfrontaliera, attualmente attuati nell'ambito dello Strumento europeo di vicinato (ENI) 2014-2020.

Online la versione in lingua inglese del report sui risultati del Programma ENPI CBC MED, corredato di analisi delle buone pratiche e prospettive della cooperazione transfrontaliera nel Mediterraneo. Il documento, disponibile a breve anche nella versione araba e francese, promuove a livello nazionale e regionale le esperienze degli ultimi anni, in riferimento all'impatto dei progetti finanziati nel periodo di programmazione comunitaria 2007/2013, e le opportunità per le azioni di follow-up. Interessante anche la sezione che approfondisce i risultati raggiunti paese per paese: Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libano, Malta, Palestina, Portogallo, Spagna, Tunisia.

Sono state presentate 419 proposte nell’ambito della prima call for standard projects del Programma di Vicinato ENI CBC “Mediterraneo” per il periodo 2014-2020, con la partecipazione al bando di 2.959 organizzazioni provenienti da 13 paesi dello spazio euromediterranea. Ogni progetto avanzato offre contributi interessanti per rendere il Mediterraneo un’area più competitiva, innovativa, inclusiva e sostenibile.

Anche Egitto ed Israele hanno firmato l'accordo di finanziamento con la Commissione Europea nell'ambito di ENI CBC Mediterraneo. Questi due paesi – insieme a Giordania, Libano, Palestina e Tunisia – possono pertanto partecipare alle call for proposals del Programma di Vicinato per il periodo 2014-2020 con la possibilità di ricevere i fondi ENI qualora vincitori. Conclusi tutti i Financing Agreements, infatti, i sei “Mediterranean Partner Countries” sono ufficialmente territorio eleggibile per la partecipazione alla prima call for standard projects con scadenza il prossimo 24 gennaio 2018.