Sono state presentate 419 proposte nell’ambito della prima call for standard projects del Programma di Vicinato ENI CBC “Mediterraneo” per il periodo 2014-2020, con la partecipazione al bando di 2.959 organizzazioni provenienti da 13 paesi dello spazio euromediterranea. Ogni progetto avanzato offre contributi interessanti per rendere il Mediterraneo un’area più competitiva, innovativa, inclusiva e sostenibile.

Come nel Programma CBC ENPI Med della scorsa programmazione 2007-2013, l'Italia continua ad essere il paese più attivo, con un totale di 579 organizzazioni coinvolte. Con 430 attori, invece, la Tunisia è il secondo paese seguito da Grecia, Spagna, Giordania, Libano e Palestina.

Il turismo sostenibile è la priorità più comune considerata nell’ambito dell'invito, seguito dal sostegno ai cluster economici euromediterranei. Degno di nota anche il vivo interesse per i nuovi obiettivi tematici introdotti nel quadro del Programma ENI CBC Med, ovvero "Innovazione e trasferimento tecnologico" e "Inclusione sociale e lotta alla povertà”. E poi, le priorità legate alla sostenibilità ambientale e all'adattamento ai cambiamenti climatici (efficienza idrica, gestione dei rifiuti, energie rinnovabili ed efficienza energetica, gestione integrata delle zone costiere) restano fattori chiave per la cooperazione euromediterranea.

A breve si avvierà l’iter propedeutico alla valutazione delle candidature, che comprende il controllo amministrativo e la valutazione della pertinenza e della qualità delle proposte.
I candidati saranno informati sui risultati di questa prima fase in seguito alle decisioni del Joint Monitoring Committee, previste per maggio 2018.

CONSULTA QUI le informazioni nel dettaglio e le statistiche sui risultati della 1^call ENI Med!